Igiene e ambiente

Una città pulita è il primo biglietto da visita per chi viene a visitarla ma allo stesso tempo un ambiente sano per chi la vive. E invece ci troviamo davanti ad città con una raccolta differenziata pressoché inesistente (anche perché chi la fa poi vede il suo lavoro “gettato” in un unico autocompattatore), cassonetti stracolmi, cestini mancanti o distrutti, strade sporche.

Manca forse il personale addetto alla pulizia delle strade e alla raccolta rifiuti? No, tra RAP e RESET (ex GESIP) il personale non manca. Mancano due cose fondamentali: un piano aziendale serio e la riorganizzazione di una classe dirigente che non porti al dissesto finanziario come è stato fatto con l’AMIA.

Il resto è solo volontà di lavorare. SìAmo Palermo introdurrà, ove possibile, il “lavoro a KM ZERO”, ossia la possibilità di lavorare nel quartiere di residenza (per quel che riguarda igiene e verde pubblico) senza doversi necessariamente spostare in auto o con i mezzi pubblici, con la conseguente responsabilizzazione del lavoratore.

La RAP non dovrà solamente garantire pulizia, igiene e decoro della città, ma dovrà anche e soprattutto occuparsi di incrementare la raccolta differenziata per raggiungere gli obiettivi imposti dalla normativa vigente; tutto ciò determinerà enormi benefici nella gestione dei rifiuti poiché consentirà una maggiore autonomia della discarica di Bellolampo ed il corretto funzionamento dell’impianto TMB (Trattamento Meccanico Biologico) per il pre-trattamento dei rifiuti. Il tutto sotto l’attento controllo dell’amministrazione, delle Guardie Ambientali e delle GEV (Guardie Ecologiche Volontarie).

TOP